• Anmic Riabilitazione
  • Anmic Riabilitazione
  • Anmic Riabilitazione

Carta dei servizi

servizio civile

La pubblicazione della carta dei servizi offre l’ occasione per stabilire una sorta di patto tra utenti , operatori e amministratori per realizzare un’attività sempre più attenta alla qualità del servizio offerto. L’Associazione ha inteso la redazione della presente Carta Servizi non come mero adempimento di legge , peraltro assolutamente necessario, ma in ottica di cambiamento, che permetta di raggiungere alti standard di qualità. Pertanto il processo che ha portato alla stesura della carta ha visto coinvolto un numero significativo di persone che hanno permesso di realizzare un importante processo di conoscenza interna della struttura organizzativa , evidenziando i punto di forza e di criticità crescendo in termini formativi e introducendo un elemento significativo di rivoluzione culturale :lo spostamento dell’ottica dai bisogni interni a quelli dell’utente.
In un momento in cui il sistema socio-sanitario del nostro Paese tende ad un contenimento della spesa della spesa, la sfida per l’ottimizzazione dei costi , la motivazione e il coinvolgimento degli operatori.
La Carta dei servizi va proprio in questa direzione: nell’attenzione alla qualità percepita e vissuta dall’utente.
In questo processo non possono che essere impegnati tutti: utenti, operatori e amministratori con livelli diversi di responsabilità e di compiti. Naturalmente quando si inizia un processo di tale tipo si mettono in atto progetti che potranno essere misurati solo nel tempo, saranno quindi necessari momenti di verifica per valutare il grado di soddisfazione dei bisogni. Pertanto , connessa alla redazione della presente Carta dei Servizi vi sarà un percorso cadenzato da momenti di verifica e perfezionamento che seguiranno il processo di sviluppo e di qualificazione dell’assistenza.

REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEI SERVIZI E LA TUTELA DEGLI UTENTI

Parte prima-modalità di erogazione dei servizi.

ARTICOLO 1
Hanno diritto alle prestazioni dei Centri dell’ANMIC Riabilitazione di Crotone e San
Giovanni in Fiore tutte le persone che a causa di una malattia,o di un evento traumatico, hanno bisogno di trattamenti complessi per i quali si rende necessaria la definizione di un progetto riabilitativo globale.

ARTICOLO 2

Per accedere alle prestazioni dei centri non è richiesto il possesso di alcun titolo di invalidità.

ARTICOLO 3


L’Iter per fruire dei servizi dei Centri di Riabilitazione è il seguente:

  • Impegnativa del medico curante per visita specialistica presso i nostri ambulatori e con i nostri specialisti(ex art.26) ; se la terapia deve essere erogata al domicilio del paziente, tale impegnativa deve recare la dicitura:visita specialistica domiciliare per paziente non deambulante o non trasportabile;
  • Visita specialistica presso i presidi sanitari dell’A.S.L nell’ambito del distretto di appartenenza o a domicilio nel caso di paziente non deambulante e non trasportabile;
  • Ricetta del medico di base per usufruire dei servizi relativi a trattamenti semplici(segmentali quali: esiti di fratture non complicate, perlartriti, ecc.) che possono essere erogati presso gli ambulatori specialistici di terapia fisica ( Linee Guida del Ministero della Sanità dell’11/03/1998).
  • Consegna presso i Centri di Riabilitazione di Crotone o di San Giovanni in Fiore della documentazione consistente in:certificato di residenza del paziente , a cui va aggiunto, nei casi in cui al secondo punto. L’esito della visita specialistica presso i presidi sanitari dell’ A.S.L. nell’ambito del distretto di appartenenza o a domicilio nel caso di paziente non deambulante e non trasportabile,
  • L’articolazione delle eventuali liste di attese è realizzata secondo le indicazioni dell’ A.S.L.

 

ARTICOLO 4

L’Anmic Riabilitazione si impegna a garantire sempre i seguenti diritti agli utenti:

Garantire la qualità dei servizi erogati , con l’utilizzo di operatori qualificati e specificatamente addestrati.
Informare l’utente sulla data di inizio e di fine del trattamento e quindi degli orari e di giorni prestabiliti.
Far conoscere il nome degli operatori che avranno cura della sua persona.
Garantire e portare a conoscenza del paziente i tempi previsti dalle linee guida Regionali per ogni singola prestazione ambulatoriale e domiciliare.(ex art.26)
La durata della prestazione erogata sarà quella indicata dalla Regione Calabria.
Garantire e portare a conoscenza del paziente i tempi stabiliti dal tariffario regionale per lo specifico settore della fisiocinesiterapia (ex art.48).
Ulteriori chiarimenti sulla durata e sulla metodica applicata durante i trattamenti potranno essere richiesti ai TdR Coordinatori, fatto salvo per ogni per ogni problema e valutazione di stretta pertinenza di Sigg Medici.
Alla fine di ogni ciclo di trattamento il paziente verrà prenotato per la visita di controllo post dimissione (ex art 26)
Garantire una corretta gestione dei reclami degli utenti,mediante il proprio ufficio reclami , rappresentato dai Direttori Sanitari dei centri;
Redazione della scala di valutazione, attestante la situazione ante e post trattamento e quindi risultati conseguiti da ogni singolo paziente;
Far prendere in visione in qualsiasi momento della documentazione clinica;
Essere disponibili a far visionare i centri di riabilitazione nella loro interezza.
Tutelare la privacy secondo la legislazione specifica in materia.

ARTICOLO 5
I centri di riabilitazione si impegnano a garantire , tramite i propri operatori , servizi efficienti e puntuali secondo le indicazioni concordate, per favorire ciò gli utenti dovranno:

  • rispettare il piano di trattamento (giorni e orari prestabiliti).
  • avvisare almeno 12 ore prima dell’appuntamento , l’eventuale disdetta.
  • frequentare assiduamente le sedute di terapia

 

ARTICOLO 6
Gli utenti dei servizi resi dai centri di riabilitazione , i loro parenti od affini (suoceri, nuore, generi fraterni e sorelle del coniuge), nonché le organizzazioni di volontariato di tutela e diritti, regolarmente registrate, possono presentare, nei modi e nei tempi di seguito specificati, osservazioni, opposizioni ,denunce o reclami contro gli atti ed i comportamenti che negano o limitano la fruibilità delle prestazioni offerte.

ARTICOLO 7
I soggetti di cui al precedente articolo possono esercitare il proprio diritto mediante: lettera in carta semplice, indirizzata al Presidente dei Centri di Riabilitazione o all’ufficio Relazioni con il Pubblico, spedita per posta o consegnata a mano. Telefax da indirizzare direttamente all’Ufficio Relazioni con il Pubblico. Colloquio con il responsabile dell’Ufficio con il Pubblico, che registrerà una scheda in accordo con l’utente.

ARTICOLO 8
Gli atti previsti dall’art. 6 del presente regolamento dovranno essere presentati , nei modi sopra specificati, preferibilmente entro il termine di 15 giorni dal momento in cui l’interessato ha avuto conoscenza dell’atto o comportamento lesivo dei propri diritti o interessi.
Nessuna scadenza e fissata per la segnalazione di disservizi e per le proposte di miglioramento dei servizi

ARTICOLO 9
Nei Centri di Riabilitazione , a Crotone presso la sede di via Roma ang. S. Croce n°132 e a San Giovanni in Fiore presso la sede di via panoramica n°340 è di funzione l’ufficio per le Relazioni con il Pubblico , cui sono attribuite le seguenti funzioni : Ricevimento di segnalazioni e reclami ;Individuazione dei referenti per i servizi interessati alle segnalazioni o ai reclami o alla comunicazione dei soggetti individuati al Presidente , al direttore Sanitario ; L’istruzione delle pratiche ai fini della loro definizione , Predisposizione della risposta all’utente entro 30 giorni , di norma, o comunque entro il minor tempo compatibile con la problematica in questione .

ARTICOLO 10
Sui reclami , opposizioni e denunce di cui all’art. 6 del presente regolamento , si pronuncia il Presidente Dell’ Associazione , su proposta del Responsabile Ufficio Relazioni con il Pubblico e sentito i Direttore Sanitario , entro 15 giorni da loro ricevimento.
La decisione del Presidente è comunicata per iscritto , a cura dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico ,al soggetto interessato entro 10 giorni dalla sua adozione.
Nel caso in cui l’ interessato non si ritenga soddisfatto della decisione comunicata, lo stesso può richiedere , entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione , il riesame del reclamo con eventuali ulteriori indicazioni e motivazioni , con la richiesta scritta presentata all’ ufficio relazioni con il Pubblico.
In ogni caso la presentazione dei reclami , opposizione o denunce, non impedisce ne prelude la proposizione di impugnative in via di giurisdizionale.

ANMIC RIABILITAZIONE ASSOCIAZIONE | 132, Via Roma - 88900 Crotone (KR) - Italia | P.I. 01912880794 | Tel. +39 0962 28071 | Fax. +39 0962 27846 | info@anmicriabilitazione.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite